Natale e Capodanno in Toscana: gli eventi consigliati

Tante le idee per festeggiare in Toscana il Natale e il Capodanno. E allora non c’è che l’imbarazzo della scelta, tra i classici mercatini, le tradizioni millenarie, ma anche eventi dedicati ai più piccoli. Abbiamo selezionato per voi gli appuntamenti più suggestivi ed originali per un Natale alla scoperta delle città e dei borghi della Toscana.

Natale sul Monte Amiata: il fuoco riscalda il Natale di Abbadia S. Salvatore e Santa Fiora

Le “Fiaccole” o “fiaccule” di Abbadia San Salvatore sono senza dubbio uno degli eventi natalizi più suggestivi di tutta la Toscana.

La notte della Vigilia vengono accese 40 cataste di legna, disseminate in tutto il borgo e chiamate appunto “fiaccole”: si trascorre la notte in strada cantando canti tradizionali (le cosiddette “pastorelle”), mangiando caldarroste e bevendo vin brulé, mentre per le strade si diffonde la musica degli zampognari.

Si tratta di un evento che affonda le sue radici nella notte nel Medio Evo: si ipotizza che la tradizione di accendere le cataste di legna attorno all’Abbazia di San Salvatore fosse già in uso prima della fondazione del paese che porta lo stesso nome.

Sul sito ufficiale dell’evento tutte le info non solo su questo rito antichissimo ma anche su tutti gli appuntamenti del Natale nelle aree circostanti.

Il 30 Dicembre il fuoco è ancora protagonista poco lontano, nel paesino di Santa Fiora, dove una fiaccolata si snoda tra i quartieri fino ad arrivare nella piazza principale: qui verrà acceso un grande falò, attorno al quale cantare bevendo vin brulé e gustando la tradizionale polenta di castagne.

Il tutto incorniciato dai magici paesaggi del Monte Amiata che in inverno spesso si coprono di neve.

Natale e Capodanno a Teatro

Per chi preferisce restare in città molti gli appuntamenti teatrali soprattutto per il Capodanno. La proposta più originale è quella dello storico Teatro della Pergola di Firenze.

Un Natale da Favola al Teatro della Pergola

Un Natale da Favola al Teatro della Pergola

Dal 26 Dicembre al 6 Gennaio va in scena “un Natale da favola” la rassegna che porterà sul palco della Pergola e del Goldoni spettacoli, letture e attività dedicate ai bambini (e alle loro famiglie!). Il programma completo sul sito del Teatro.

Gli adulti invece potranno trascorre proprio alla Pergola un Capodanno unico, dedicato agli amanti del Teatro: al termine dello spettacolo Una piccola impresa meridionale di e con Rocco Papaleo sarà possibile cenare sul palco insieme agli artisti, e brindare tutti insieme allo scoccare della mezzanotte. Per la cena (35€) è obbligatoria la prenotazione. Per info: Teatro della Pergola.

Mercatini Natalizi

xmas_decorations

Decorazioni natalizie in un mercatino. Foto di Caterina Chimenti

Last but not least non potevamo non menzionare i protagonisti incontrastati delle festività: i mercatini natalizi. Nonostante l’abbondanza di questo tipo di manifestazioni, che negli ultimi anni si sono moltiplicati a una rapidità impressionante, i mercatini “autentici” sono veramente pochi. Per un Natale all’insegna dell’artigianato tipico e dei prodotti locali abbiamo selezionato però alcuni mercatini da non perdere.

A Montepulciano fino al 6 Gennaio nella piazza centrale del borgo è visitabile il mercatino natalizio: qui la maggior parte degli espositori sono artigiani e produttori locali. Sarà l’occasione per gustare i sapori tipici e portare con sé un pezzo di Toscana!

Nel Mugello invece i mercatini di Natale e gli eventi collegati sono dislocati su tutto il territorio: un’ottima scusa per scoprire questa parte della Toscana e le sue ricchezze enogastronomiche. Da Marradi a Scarperia, da Borgo San Lorenzo a Palazzolo, tanti sono i borghi che hanno deciso di aprire le proprie piazze per i tradizionali mercati delle feste: sul sito della provincia di Firenze è possibile scaricare il volantino in pdf con date e orari.

Infine a Lucca fino al 9 Gennaio sarà possibile visitare il tradizionale mercatino di Natale, che occupa una superficie di ben 1300 mq di fronte al sagrato della Chiesa. Anche in questo caso molti sono gli stand dedicati a prodotti enogastronomici locali.